Lo sciopero nella democrazia deliberativa