Il saggio si sofferma sulla funzione del racconto nel cinema di Kurosawa e nella narrativa di Akutagawa, attraverso la riproposizione dell'intreccio operata da Paul Ricoeur. Il punto più rilevante è che un discorso di verità non è possibile in un contesto di visione ma solo di ascolto, come viene rivendicato dall'opera di Maria Grazia Calandrone analizzata brevemente al termine del saggio.

Dell'incertezzaSulla funzione non catartica del racconto

SULPIZIO, Fabio Angelo
2011

Abstract

Il saggio si sofferma sulla funzione del racconto nel cinema di Kurosawa e nella narrativa di Akutagawa, attraverso la riproposizione dell'intreccio operata da Paul Ricoeur. Il punto più rilevante è che un discorso di verità non è possibile in un contesto di visione ma solo di ascolto, come viene rivendicato dall'opera di Maria Grazia Calandrone analizzata brevemente al termine del saggio.
9788884061270
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/362550
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact