Enrico Leone tra marxismo ed edonismo