Lo standard italiano: tramonto e disfatta di una realtà virtuale