L'apporto che lo strutturalismo di Lévy-Strauss offre alla filosofia è legato a quello che Merleau-Ponty chiama il secondo universale parallelo a quello filosofico. Esso richiede, per essere raggiunto, la capacità di distanziare lo sguardo da sé per oggettivarsi, servirsi del dubbio antropologico per raggiungere una certezza che è al tempo stesso etica e metafisica. In questa prospettiva, il pensiero di Lévy-Strauss svela la presenza nell'uomo di una dimensione metafisica che non fa più perno sul pensiero riflessivo cogitante, bensì sull'intelletto inteso come facoltà percettivo-immaginativo. Esso, a differenza della ragione, non ricerca un senso all'infinito, ma è consapevole che tutto rientra, come variazioni di un unico tema che contraddistingue l'intelletto, in quell'eccesso di significante al quale, volta a volta, i significati aderiscono. In questa prospettiva non v'è alcun significato riposto, da ricercare, ma l'intelletto è la capacità di traduzione all'infinito senza possedere alcun testo originale.

Esistenza-Etica.Saggio su Claude Lévy Strauss.

BRUNO, Angelo Giuseppe
1999-01-01

Abstract

L'apporto che lo strutturalismo di Lévy-Strauss offre alla filosofia è legato a quello che Merleau-Ponty chiama il secondo universale parallelo a quello filosofico. Esso richiede, per essere raggiunto, la capacità di distanziare lo sguardo da sé per oggettivarsi, servirsi del dubbio antropologico per raggiungere una certezza che è al tempo stesso etica e metafisica. In questa prospettiva, il pensiero di Lévy-Strauss svela la presenza nell'uomo di una dimensione metafisica che non fa più perno sul pensiero riflessivo cogitante, bensì sull'intelletto inteso come facoltà percettivo-immaginativo. Esso, a differenza della ragione, non ricerca un senso all'infinito, ma è consapevole che tutto rientra, come variazioni di un unico tema che contraddistingue l'intelletto, in quell'eccesso di significante al quale, volta a volta, i significati aderiscono. In questa prospettiva non v'è alcun significato riposto, da ricercare, ma l'intelletto è la capacità di traduzione all'infinito senza possedere alcun testo originale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11587/337873
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact