Le tendenze attuali sulle possibili procedure produttive e di repair di componenti aeronautici in superlega vertono sull’utilizzo di sistemi di laser cladding e processi di saldatura avanzata. Tra le tecniche di saldatura, quella capacitiva denominata Capacitor Discharge Welding (CDW) si rivela particolarmente adeguata in quanto consente, dopo la rimozione della parte danneggiata, l’applicazione di una nuova pala senza la sostituzione dell’intero blocco, evitando lavorazioni aggiuntive e con l’ottenimento di ottime proprietà meccaniche. Il processo CDW consente di ottenere cordoni di saldatura di piccolissimo spessore, effetti di intaglio minimi ed una buona caratteristica strutturale e di forma del materiale saldato. Nel presente lavoro è stato analizzato il comportamento meccanico statico, a fatica ed a creep delle superleghe Inconel 718 e TiAl6V4 prima e dopo la giunzione CDW su particolari provini cilindrici saldati di testa, soggetti anche a specifici trattamenti termici. Le prove sono state eseguite sia a temperatura ambiente che ad alta temperatura sul materiale base e sul materiale sottoposto a tecnica di saldatura CDW, confrontando i risultati ottenuti. E’ stata inoltre analizzata la microstruttura delle leghe mediante osservazione al microscopio ottico e al microscopio elettronico a scansione (SEM). La tecnica è stata infine impiegata anche per la saldatura di provini complessi quali mock-up di turbina aeronautica, con risultati al momento non del tutto soddisfacenti

Caratterizzazione meccanica e microstrutturale per il repair di leghe aeronautiche saldate con tecnica CDW

V. Dattoma;S. Chiozzi;F. W. Panella
2010-01-01

Abstract

Le tendenze attuali sulle possibili procedure produttive e di repair di componenti aeronautici in superlega vertono sull’utilizzo di sistemi di laser cladding e processi di saldatura avanzata. Tra le tecniche di saldatura, quella capacitiva denominata Capacitor Discharge Welding (CDW) si rivela particolarmente adeguata in quanto consente, dopo la rimozione della parte danneggiata, l’applicazione di una nuova pala senza la sostituzione dell’intero blocco, evitando lavorazioni aggiuntive e con l’ottenimento di ottime proprietà meccaniche. Il processo CDW consente di ottenere cordoni di saldatura di piccolissimo spessore, effetti di intaglio minimi ed una buona caratteristica strutturale e di forma del materiale saldato. Nel presente lavoro è stato analizzato il comportamento meccanico statico, a fatica ed a creep delle superleghe Inconel 718 e TiAl6V4 prima e dopo la giunzione CDW su particolari provini cilindrici saldati di testa, soggetti anche a specifici trattamenti termici. Le prove sono state eseguite sia a temperatura ambiente che ad alta temperatura sul materiale base e sul materiale sottoposto a tecnica di saldatura CDW, confrontando i risultati ottenuti. E’ stata inoltre analizzata la microstruttura delle leghe mediante osservazione al microscopio ottico e al microscopio elettronico a scansione (SEM). La tecnica è stata infine impiegata anche per la saldatura di provini complessi quali mock-up di turbina aeronautica, con risultati al momento non del tutto soddisfacenti
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11587/331316
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact