Spartiati all'estero: corroti o denigrati?