Un ‘manifesto’ di estetica telesiana? La tomba di Berardino Rota in San Domenico Maggiore