Il capitale costante nella critica di Marx ai classici