Al centro di questo volume vi sono le strategie giuridiche impiegate dalla Corona spagnola per il controllo e la colonizzazione delle Indie occidentali nel secolo XVI. La ricerca si snoda secondo tre percorsi principali: individuazione dei testi giuridici attraverso i quali furono esperiti i primi tentativi per disattivare l'alterità indigena e ricostruzione delle genealogie testuali che portarono alla loro formazione; esame della legislazione, degli istituti e degli strumenti amministrativi che permisero la produzione di un nuovo spazio sociale, trasformando le Indie in un territorio regolato dal diritto e dalla religione cattolica; definizione dei percorsi giuridico – teologici e dei modelli culturali che condussero alla costruzione e alla rappresentazione dell'indigeno come minore o miserabile da sottoporre a tutela e a controllo. Partendo dal presupposto che il diritto sia una struttura culturale, un sistema di rappresentazioni e prescrizioni intrecciato con altri, e con l'obiettivo di liberare la tradizione del diritto comune dai rigidi schemi dogmatici in cui è stata frequentemente costretta, l'autore ha inteso raccontare una storia giuridica della conquista attraverso testi di natura diversa, ma tutti accumunati dal carattere fortemente prescrittivo, che vanno dalla legislazione della Corona alle bolle pontificie, dalla dottrina dei giuristi e dei teologi ai canoni conciliari fino ai questionari geografici, alle mappe e alle carte processuali conservate negli archivi di Madrid, Siviglia e Città del Messico. Ne è emerso un otro derecho. Un diritto ideologicamente fatto di amore, amicizia, religione, morale che da una parte traduceva, in un linguaggio normativo globale, i valori del diritto romano – canonico, dall'altra negava, con la verità in esso implicita, la circolazione di altri discorsi, costituendo il tessuto fondativo delle strategie di controllo della Corona e stringendo i nativi in un'unica logica di ordine e disciplina.

Il linguaggio giuridico della conquista. Strategie di controllo nelle Indie spaggnole

NUZZO, Luigi
2004

Abstract

Al centro di questo volume vi sono le strategie giuridiche impiegate dalla Corona spagnola per il controllo e la colonizzazione delle Indie occidentali nel secolo XVI. La ricerca si snoda secondo tre percorsi principali: individuazione dei testi giuridici attraverso i quali furono esperiti i primi tentativi per disattivare l'alterità indigena e ricostruzione delle genealogie testuali che portarono alla loro formazione; esame della legislazione, degli istituti e degli strumenti amministrativi che permisero la produzione di un nuovo spazio sociale, trasformando le Indie in un territorio regolato dal diritto e dalla religione cattolica; definizione dei percorsi giuridico – teologici e dei modelli culturali che condussero alla costruzione e alla rappresentazione dell'indigeno come minore o miserabile da sottoporre a tutela e a controllo. Partendo dal presupposto che il diritto sia una struttura culturale, un sistema di rappresentazioni e prescrizioni intrecciato con altri, e con l'obiettivo di liberare la tradizione del diritto comune dai rigidi schemi dogmatici in cui è stata frequentemente costretta, l'autore ha inteso raccontare una storia giuridica della conquista attraverso testi di natura diversa, ma tutti accumunati dal carattere fortemente prescrittivo, che vanno dalla legislazione della Corona alle bolle pontificie, dalla dottrina dei giuristi e dei teologi ai canoni conciliari fino ai questionari geografici, alle mappe e alle carte processuali conservate negli archivi di Madrid, Siviglia e Città del Messico. Ne è emerso un otro derecho. Un diritto ideologicamente fatto di amore, amicizia, religione, morale che da una parte traduceva, in un linguaggio normativo globale, i valori del diritto romano – canonico, dall'altra negava, con la verità in esso implicita, la circolazione di altri discorsi, costituendo il tessuto fondativo delle strategie di controllo della Corona e stringendo i nativi in un'unica logica di ordine e disciplina.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/112820
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact