Il saggio studia una rara incisione pasquinesca di Giulio Bonasone degli anni Quaranta del Cinquecento, collocandola pienamente nel fervido clima culturale romano, impregnato di cultura bolognese e di Riforma.

Il Pasquino di Giulio Bonasone e di Antonio Salamanca: per una interpretazione iconografica

DAMIANAKI, Chrysa
2006-01-01

Abstract

Il saggio studia una rara incisione pasquinesca di Giulio Bonasone degli anni Quaranta del Cinquecento, collocandola pienamente nel fervido clima culturale romano, impregnato di cultura bolognese e di Riforma.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11587/112803
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact