Sul senso affabulante. Pasolini, la letteratura e la ri-simbolizzazione ‘orizzontale’ della storia,