Dalla realtà all'illusione: 'The Tempest' o la parola preclusa