Informale vs formale: il caso dei Menamenamò