Il problema del coinvolgimento dei minori nei conflitti armati ha assunto, nell’ultimo decennio, una rilevanza tale da porlo prepotentemente all’attenzione dell’intera comunità internazionale. L’opera analizza questo fenomeno e la disciplina internazionale in materia, soprattutto alla luce dell’evoluzione legislativa più recente, non senza aver prima esaminato la trasformazione della natura dei conflitti armati, oggi caratterizzati dal coinvolgimento sempre più intenso dei civili e dei minori. Dopo una parte dedicata alla normativa di diritto internazionale umanitario che tutela la popolazione civile e i minori in tempo di conflitto armato, il volume si sofferma sugli strumenti di diritto internazionale volti a tutelare in maniera specifica i minori: Convenzione ONU sui diritti del fanciullo del 1989, Convenzione OIL n. 182 del 1999, Protocollo opzionale sui bambini soldato del 2000. Infine, dopo aver preso in esame i meccanismi internazionali di controllo rilevanti in materia, si analizzano i recenti sviluppi giurisprudenziali relativi al problema dell’utilizzo dei minori nei conflitti armati. In particolare, una recente decisione della Special Court per la Sierra Leone costituisce il primo passo del cammino che potrà essere intrapreso dalla giustizia penale internazionale in materia di repressione del crimine di reclutamento dei minori, crimine oggi soggetto ratione materiae alla giurisdizione della Corte penale internazionale, primo Tribunale penale internazionale a carattere permanente.

La condizione internazionale del minore nei conflitti armati.

GIOFFREDI, Giuseppe
2006

Abstract

Il problema del coinvolgimento dei minori nei conflitti armati ha assunto, nell’ultimo decennio, una rilevanza tale da porlo prepotentemente all’attenzione dell’intera comunità internazionale. L’opera analizza questo fenomeno e la disciplina internazionale in materia, soprattutto alla luce dell’evoluzione legislativa più recente, non senza aver prima esaminato la trasformazione della natura dei conflitti armati, oggi caratterizzati dal coinvolgimento sempre più intenso dei civili e dei minori. Dopo una parte dedicata alla normativa di diritto internazionale umanitario che tutela la popolazione civile e i minori in tempo di conflitto armato, il volume si sofferma sugli strumenti di diritto internazionale volti a tutelare in maniera specifica i minori: Convenzione ONU sui diritti del fanciullo del 1989, Convenzione OIL n. 182 del 1999, Protocollo opzionale sui bambini soldato del 2000. Infine, dopo aver preso in esame i meccanismi internazionali di controllo rilevanti in materia, si analizzano i recenti sviluppi giurisprudenziali relativi al problema dell’utilizzo dei minori nei conflitti armati. In particolare, una recente decisione della Special Court per la Sierra Leone costituisce il primo passo del cammino che potrà essere intrapreso dalla giustizia penale internazionale in materia di repressione del crimine di reclutamento dei minori, crimine oggi soggetto ratione materiae alla giurisdizione della Corte penale internazionale, primo Tribunale penale internazionale a carattere permanente.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/112214
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact