Le scritture del testo. Salentini e non