Anna ovvero l'impossibile Lilith. Nota su "Dies irae"