Verso la fine del § 76 di Essere e tempo, dedicato all''Origine esistenziale della storiografia a partire dalla storicità dell’Esserci', Heidegger discute brevemente la seconda Considerazione Inattuale e in particolare i tre tipi di storiografia ivi distinti: monumentale, antiquaria e critica. Sull'utilità e il danno della storia per la vita è il solo testo nietzschiano cui Essere e tempo dedichi considerazioni approfondite. Sulla seconda Inattuale Heidegger tornerà anche in seguito. Nel semestre invernale 1938/1939 le riserva un'esercitazione che visto l'elevato numero di partecipanti finisce piuttosto con l'assumere il carattere di un corso di lezioni. Mentre Essere e tempo cerca di integrare i concetti nietzschiani nell'analitica del Dasein le riflessioni dei tardi anni trenta leggono ormai l'Inattuale nel contesto della ‘storia dell'essere’. Concentrandosi sul § 76 di Essere e tempo, il contributo mostra quali siano le forzature (ché di forzature si tratta) necessarie a integrare la distinzione nietzschiana dei tre tipi di storiografia nella griglia concettuale di Essere e tempo. Lo scopo principale della presente analisi non è però tanto una critica dell'interpretazione heideggeriana quanto una ricostruzione del lavoro concettuale che consente ad Heidegger di assimilare i concetti nietzschiani e trasformarli in qualcosa di nuovo.

Heidegger su storia monumentale e ripetizione. La seconda Considerazione inattuale di Nietzsche in Essere e tempo

BRUSOTTI, MARCO
2006

Abstract

Verso la fine del § 76 di Essere e tempo, dedicato all''Origine esistenziale della storiografia a partire dalla storicità dell’Esserci', Heidegger discute brevemente la seconda Considerazione Inattuale e in particolare i tre tipi di storiografia ivi distinti: monumentale, antiquaria e critica. Sull'utilità e il danno della storia per la vita è il solo testo nietzschiano cui Essere e tempo dedichi considerazioni approfondite. Sulla seconda Inattuale Heidegger tornerà anche in seguito. Nel semestre invernale 1938/1939 le riserva un'esercitazione che visto l'elevato numero di partecipanti finisce piuttosto con l'assumere il carattere di un corso di lezioni. Mentre Essere e tempo cerca di integrare i concetti nietzschiani nell'analitica del Dasein le riflessioni dei tardi anni trenta leggono ormai l'Inattuale nel contesto della ‘storia dell'essere’. Concentrandosi sul § 76 di Essere e tempo, il contributo mostra quali siano le forzature (ché di forzature si tratta) necessarie a integrare la distinzione nietzschiana dei tre tipi di storiografia nella griglia concettuale di Essere e tempo. Lo scopo principale della presente analisi non è però tanto una critica dell'interpretazione heideggeriana quanto una ricostruzione del lavoro concettuale che consente ad Heidegger di assimilare i concetti nietzschiani e trasformarli in qualcosa di nuovo.
88-8342-491-3
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/111005
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact