Il lavoro affronta la problematica degli effetti della sentenza di condanna di Cn. Pisone padre, fra gli amici intimi di Germanico e uno dei fiduciari di Tiberio, caduto in disgrazia presso l'imperatore alla morte del di lui figlio adottivo Germanico. Ci si sofferma in particolare sugli effetti del testamento, che venne 'recuperato' dalla sentenza senatoria di condanna post mortem (Pisone morì suicida), a beneficio dei due figli maschi e dell'unica discendente femmina.

Questioni aperte sul SC. de Cn. Pisone patre

LAMBERTI, Francesca
2006

Abstract

Il lavoro affronta la problematica degli effetti della sentenza di condanna di Cn. Pisone padre, fra gli amici intimi di Germanico e uno dei fiduciari di Tiberio, caduto in disgrazia presso l'imperatore alla morte del di lui figlio adottivo Germanico. Ci si sofferma in particolare sugli effetti del testamento, che venne 'recuperato' dalla sentenza senatoria di condanna post mortem (Pisone morì suicida), a beneficio dei due figli maschi e dell'unica discendente femmina.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/110676
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact