La Corte costituzionale "riconosce" la funzione rieducativa del c.d. "indultino".