Si tratta del commento ad una decisione che affronta il tema della disciplina da riservare ad un contratto atipico di parcheggio che si tinge di ulteriori profili di interesse che toccano l'utilità delle norme sul contratto in generale, la parentela tipologica con il contratto di ormeggio e con quello di deposito e la conclusione attraverso comportamenti automatici standardizzati che sembrano eclissare il ruolo della volontà.

Parcheggio e custodia: tra negazione dell’utilità della disciplina contrattuale di diritto comune e svalutazione del consenso. Nota a Cass., sez. III, 26 febbraio 2004, n. 3863

GORGONI, MARILENA
2004

Abstract

Si tratta del commento ad una decisione che affronta il tema della disciplina da riservare ad un contratto atipico di parcheggio che si tinge di ulteriori profili di interesse che toccano l'utilità delle norme sul contratto in generale, la parentela tipologica con il contratto di ormeggio e con quello di deposito e la conclusione attraverso comportamenti automatici standardizzati che sembrano eclissare il ruolo della volontà.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11587/107916
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact